domenica 13 dicembre 2015

laCasta | Encyclia | Autoprodotto | CdEp.

Ero già stato abbondantemente stuzzicato dalla preview che avevo pubblicato qualche tempo fa sull'uscita di questo "Encyclia", dei laCasta. Ora la mia sete di curiosità è stata totalmente appagata. I laCasta sono uno di quei gruppi che dopo un solo ascolto, arrivano subito in cima alle mie preferenze. Il loro blackned hardcore cupo, melmoso, malsano e disagiato è un qualcosa di assolutamente malefico. Una registrazione torbida, mostruosa e monumentale, in grado di far risaltare il marcio e lo schifo assoluto che questo suono vuole esprimere. La voce è un urlo disperato, capace di cambi di tonalità repentini, profonda ma anche lancinante. Nera come la morte. I riff sono pesanti, immersi in un'atmosfera di orrore e di terrore puro, e vi condurranno spossati verso l'annientamento totale. Una sezione ritmica marziale, nefasta e divoratrice di tutto, vi porterà alla fine: l'annichilimento totale. Sono un gruppo dall'enorme potenziale questi laCasta. D'altronde, sono lo specchio di ciò che ci circonda: l'oblio più completo.

laCasta | Facebook

Nessun commento:

Posta un commento