domenica 24 luglio 2016

Discomfort/False Light | Assurd Records/Epidemic Records | Lp.

Tutto di questo vinile, a partire dalla grafica plumbea e annichilente (che mi ricorda certe uscite anni '90 in campo powerviolence), fino ai suoni granitici e gloomy, è stato creato per far male, molto male. Non c'è assolutamente nessun tipo di speranza ne di luce in questi pezzi, Solo un lungo e funereo tunnel fatto di odio, tristezza, amarezza e rimpianti che portano solo ed esclusivamente ad un punto fermo: la morte. Ineluttabile. Questa danza macabra è aperta da tre brani dei veneziani Discomfort, un gruppo che ha già aperto le porte dell'inferno con il precedente "Worst". Ciò che suonano qui è l'ideale prosecuzione della loro lenta marcia funebre, fatta di un incrocio di black metal, sludge, hardcore e furia punk. A me piace chiamarlo blackened hardcore. Voi chiamatelo pure come vi pare, tanto la sostanza non cambia: puro olocausto sonoro, in cui i nostri riversano la loro parte oscura creando un incubo dai contorni demoniaci. I loro compagni, in questo viaggio distorto, sono i False Light, dalla Carolina del Sud. I nostri suonano un misto di hardcore e grind, un incestuoso rapporto tra Nails e Full Of Hell. Sono assolutamente devastanti e in grado di ridurre in cenere l'ascoltatore. Un split semplicemente superbo, adatto a descrivere perfettamente i tempi bui ed incerti che stiamo vivendo, accarezzati da un alito di morte...

Discomfort | Facebook
Discomfort | Bandcamp
False Light | Facebook
False Light | Bandcamp
Assurd Records | Facebook
Epidemic Records | Facebook

Nessun commento:

Posta un commento